Portfolio

Chi sono

graphic designer
Elena La Regina

Elena La Regina

Sono un graphic designer. Il mio lavoro consiste nell'aiutare i clienti a raccontare la loro storia o quella dei loro prodotti attraverso il linguaggio delle immagini, dei colori e dei caratteri tipografici. Li aiuto ad essere migliori o semplicemente diversi dalla concorrenza, in modo da rendere il loro messaggio distinto e riconoscibile. Contribuisco ad aumentare il fatturato perché investire nel design aumenta il valore dei prodotti.

Presentazione CD Aura Artis
Presentazione CD Aura Artis
Presentazione CD Aura Artis
Presentazione CD Aura Artis
Nel Chiostro di Santa Chiara a Cosenza si è svolto il concerto del coro polifonico Aura Artis. Presentato per l'occasione il CD "Da quella bella bocca". Ringrazio Elisa Marchio, il Maestro Saverio Tinto e tutti i componenti del coro per la loro gentilezza.
Matthew Goode
Terminato il nuovo quadro in grafica vettoriale. A sinistra una fase della lavorazione.
Personale al Velvet
Personale al Velvet
Personale al Velvet
Personale al Velvet
Personale al Velvet
Si è inaugurata la mia personale presso il Velvet Factory. Ringrazio Alessandro, Gaspare, Paolo e tutte le persone che hanno partecipato. (photo Domenico Miceli)
.it
La rivista di attualità per gli italiani che vivono a Barcellona ha pubblicato una mia intervista. Ringrazio ancora Valeria Federici per la sua cortesia.
CAP Comunicare al presente
Sono stata invitata al CAP Comunicare al presente, un workshop che si è tenuto all'Università della Calabria in collaborazione con l'AIAP. Oltre ai miei lavori personali ho avuto la possibilità di presentare in anteprima il backstage degli effetti speciali del film di Giuseppe Gagliardi "La vera leggenda di Tony Vilar". Ringrazio gli organizzatori e Massimo Celani per aver discusso del mio manifesto "Made in Italy".
TLM
Si è concluso il corso di perfezionamento in tecnologie e linguaggi multimediali indetto dalla facoltà di Ingegneria dell'Unical. Alla presentazione dei nostri lavori ha presenziato Luca Magnoni, editor della rivista ComputerArts Italia. Un ringraziamento al prof. Muzzupappa e tutti i docenti che ci hanno seguito durante il corso. Eccovi il progetto realizzato dal mio gruppo, l'ideazione di una campagna pubblicitaria per invogliare i ragazzi a frequentare lo stesso corso per noi appena terminato.
TLM
Le riprese dello spot sono state girate nei bagni dell'Università, nel bar della facoltà e fuori le aule. Subito dopo Mario e Roberto hanno realizzato il montaggio video.
Tutto è nato dalla scelta del target: i ragazzi laureandi o già laureati. Questo ci ha suggerito anche la scelta dei media da utilizzare che è stata dettata dal bisogno di ottenere l'attenzione di quelli che studiano ancora all'Unical o quelli che sono alla ricerca di un master o di un corso post laurea. Il ragionamento ci ha dunque spinto verso due strade diverse che in comune hanno la rappresentazione per contrapposizione: tutti i più variegati mezzi di comunicazione, che niente hanno a che fare con la tecnologia e, l'utilizzo improprio degli strumenti tecnologici più comuni ai ragazzi. Alla fine abbiamo deciso di rappresentarli entrambi. Tenendo conto degli obiettivi di comunicazione, la scelta dei mezzi pubblicitari da impiegare non è uscita fuori dai confini di Arcavacata, ma si è anzi infiltrata in tutti gli spazi più comuni della vita di un universitario. Per questo sono stati realizzati dei manifesti da posizionare sul ponte e nelle zone limitrofe, un sito contenente tutte le informazioni utili, una tovaglietta per la mensa che richiamasse l'immagine della campagna, uno spot e un foglio A4 simile a quelli che si vedono sulle bacheche dove i ragazzi lasciano le informazioni con l'indirizzo del sito internet da poter staccare.
TLM
Il primo progetto ha un tema comune che si sviluppa su tutti i media con un tono fresco e giovanile giocando sui "mezzi" di comunicazione, su tutto ciò che può aiutarci a comunicare. Lo slogan, "Supportiamo i tuoi pensieri" si lega bene ai visual della campagna che mostra i più svariati, a volte inusuali, metodi utilizzati per comunicare. La nostra riflessione ci ha condotti a puntare sui supporti (evidente il gioco di parole supporto tecnico/sostegno) che sono alla base di un corso in Tecnologie e Linguaggi Multimediali. Lo spot inoltre è accompagnato dalla canzone di Charles Wright "Express yourself", per enfatizzare ancor meglio il messaggio da noi espresso e per sottolineare in modo veloce quell'aspetto urbano che abbiamo voluto dare al contesto.
TLM
Il secondo progetto si sviluppa su un visual unico ed il tono di voce continua ad essere giovane anche se più sobrio ed elegante. Lo slogan "Tutto quello che ancora non sai" enfatizza le immagini del ragazzo che non sa ancora usare la tecnologia mentre la musica, "More than you know" cantata da Jane Monheit, pone un tono scherzoso ben legandosi alle immagini in bianco e nero. La scelta di utilizzare oggetti la cui funzione è evidentemente altra, rispetto a quella mostrata, vuole dimostrare quanto poco si conoscano le potenzialità dei supporti tecnologici di cui ogni giorno usufruiamo e di come la comunicazione stessa abbia in sé ancora tanto da offrire e far scoprire. Inoltre, il contrasto fra le immagini e la premessa di un corso sulle tecnologie organizzato dalla Facoltà di Ingegneria, rende il tutto più divertente ed accattivante, capace insomma di catturare l'attenzione.
Made in Italy
"Made in Italy", ha vinto il primo premio del Concorso "Chi lo fa lo aspetti" con tema "riflessioni grafiche sullo stivale" indetto dallo IED Istituto Europeo di Design, sede di Barcellona.
IED Barcellona
Il manifesto fa ora parte della mostra curata da Enzo Cornacchione e Massimo Ricciarelli presso la sede dello IED di Barcellona fino al 12 luglio. In seguito la mostra si sposterà a Roma e a Madrid (photo SDZ).
Accattateve 'a tesi
All'Università della Calabria la prima tesi di laurea sulla pubblicità venduta a 30 centesimi, numero speciale di Edizione della Sera, giornale locale diffuso con gli strilloni tra Cosenza e il campus di Arcavacata. Finita l'epoca delle tesi ponderose dimenticate nel cassetto, cimelio per genitori inorgogliti? "La Lacoste che non c'è" se la sono letta per davvero sia i docenti della commissione (cosa davvero insolita), sia i colleghi laureandi, il giornalaio, la sarta, la vicina di casa, il calzolaio, ecc. Ne sono state tirate 2000 copie regolarmente "strillate". Niente toga ma un coccodrillo in bella mostra sulla polo al presidente del corso di laurea e della commissione d'esame Daniele Gambarara, casacca da strillone al docente di linguaggi pubblicitari e supervisore dell'elaborato Massimo Celani. Entrambi stanno ancora gongolando.
Accattateve 'a tesi
Tante interviste da parte di televisioni locali e Rai. Ringrazio radio RLB per avermi ospitato e Massimo Cirri e Filippo Solibello, conduttori di Caterpillar su Radio2 per la simpatia. Per chi volesse una copia della mia tesi è possibile scaricarla qui.
Un Mundo Feliz
Galleria di manifesti realizzati da grafici europei per commentare e manifestare contro gli attentati che hanno colpito la città di Madrid. I miei due lavori si intitolano "La Traviata" e "Fuoco Amico".
NessunoUniforme - Grafica contro la guerra
Mostra on-line organizzata dall'AIAP con i lavori realizzati da grafici italiani sul tema "Grafica contro la guerra". I lavori sono scaricabili gratuitamente e a disposizione di chiunque voglia usarli per protestare contro la guerra. Il mio "Fine delle trasmissioni" è stato pubblicato su Diario (n°11, 2003 - anno VIII).
La Ragione Delle Immagini
Presentazione del libro che raccoglie le copertine del quindicinale Assindustria Informa edito dall'Associazione degli Industriali della Provincia di Cosenza. Per chi ne volesse una copia è possibile scaricarla qui.

Contatti